info@walmag.cz   +420 573 341 641

Termini e condizioni


  1. Disposizioni introduttive

    1.1. Questi termini e condizioni generali di vendita (di seguito, i “Termini e Condizioni”) disciplinano le collaborazioni commerciali standard nella vendita di beni e la relativa prestazione di servizi tra la WALMAG MAGNETICS s.r.o., N.di ID. 18189113, con sede legale in Via Hulínská 1799/1, a Kroměříž, CAP 767 01 (di seguito solo “Azienda” o “Venditore”) ed i suoi partner commerciali (di seguito solo “Acquirenti”). L'Azienda ed i suoi partner commerciali, vengono nei presenti Termini e Condizioni congiuntamente indicati come parti contrattuali oppure singolarmente come parte contrattuale.

    1.2. Questi Termini e Condizioni sono parte integrante di ciascun contratto di acquisto stipulato tra l'Azienda ed i suoi partner commerciali, diventando parte degli accordi contrattuali se le parti esprimono il proprio consenso in forma scritta o in un'altra forma.

    1.3. Ogni evento non descritto nei presenti Termini e Condizioni è disciplinato dalle rispettive disposizioni del Codice Civile o dalle altre norme e prescrizioni vigenti dell’ordinamento giuridico della Repubblica Ceca.

    1.4. La regolamentazione dei rapporti reciproci condotta in base a questi Termini e Condizioni prevale sulle norme dispositive della legge e sulle comuni pratiche commerciali. Le disposizioni divergenti nel contratto di acquisto prevalgono su quelle dei presenti Termini e Condizioni.

    1.5. I Termini e le Condizioni attualmente validi sono pubblicati sul sito web dell'azienda. L'azienda è autorizzata a modificare periodicamente questi Termini e Condizioni, informando opportunamente i propri partner commerciali su tali modifiche apportate ai Termini e Condizioni.

    2. Contratto di acquisto ed il suo adempimento

    2.1. Il Contratto di acquisto tra l'Azienda ed i suoi partner commerciali viene di norma stipulato in base ad un ordine da parte dell'Acquirente, che funge da bozza del contratto di acquisto e che viene validato contestualmente alla conferma dell'ordine da parte dell'Azienda.

    2.2. Per conferma di un ordine può essere considerata anche la prestazione effettiva da parte del Venditore e l'accettazione della merce da parte dell'Acquirente controfirmando la bolla di consegna, la distinta di imballaggio o la fattura, in tutte quelle transazioni il cui importo delle merce e dei servizi non eccede le 200.000 CZK per ogni singola consegna di merce o prestazione di servizi.

    2.3. In caso di incertezza o di altre carenze nell'ordine, l'Azienda inviterà il partner commerciale a provvedere alla sua rettifica o integrazione. Qualora l'ordine da parte del partner commerciale non potesse essere accettato, l'Azienda comunicherà tale decisione al rispettivo partner commerciale.

    2.4. La forma scritta del contratto è necessaria per poter stipulare un contratto di acquisto in caso di transazioni eccedenti le 200.000 CZK per ogni singola fornitura di merci o di servizi.

    2.5. Salvo diversi accordi, il contratto di acquisto deve riportare i seguenti dati:

            a) Identificazione delle parti contraenti;

  2. b) Specifica della merce, inclusi i rispettivi parametri tecnici;

  3. b) Prezzo della merce;

  4. c) Dichiarazione della garanzia di qualità per la merce in forma di condizioni di reclamo o un certificato di garanzia;

  5. d) Termine di consegna;

  6. e) Modalità di trasporto;

  7. f) Condizioni di pagamento.

    6. Se, una volta stipulato il contratto di acquisto, variano i requisiti del partner commerciale o si sono verificati cambi nella produzione tali da poter influire sull'adempimento del contratto di acquisto, l'Azienda avvierà una procedura di aggiornamento. Tutte le modifiche ed integrazioni al contratto di acquisto devono avvenire in forma scritta ed essere sottoscritte da entrambe le parti.

    2.7. Il passaggio di proprietà del bene, dal venditore al compratore, avviene al saldo completo del prezzo di acquisto.

    2.8. Salvo diversi accordi, il luogo di consegna della merce corrisponde alla sede legale dell'Acquirente.

    2.9. Qualora il partner commerciale si accorgesse solo successivamente di non essere in grado di ritirare la merce dal vettore contrattuale o dal Venditore entro il periodo di consegna concordato, dovrà comunicarlo tempestivamente all'Azienda in forma scritta, specificandone il motivo ed indicando la data alternativa per il ritiro. Se l'Acquirente non ritira la merce entro il periodo di consegna o non fornisce l'assistenza necessaria, ciò non pregiudica il suo obbligo di corrispondere il prezzo di acquisto, indipendentemente dall'esito della consegna. In tal caso il Venditore provvederà al deposito della merce, a rischio e carico del partner commerciale.

    2.10. Se il partner commerciale non ritira la merce entro il termine stabilito, l'Azienda può stabilire una proroga del termine di ritiro della merce da parte dell'Acquirente. Se il partner commerciale non ritira la merce nel nuovo termine prorogato, per qualsiasi ragione che esuli le responsabilità del Venditore, l'Azienda potrà recedere in forma scritta dal contratto, anche con un recesso parziale. Ciò non pregiudica il diritto dell'Azienda di essere risarcita per il danno subito a causa della violazione degli obblighi contrattuali da parte del partner commerciale.

    2.11. Ciascuna delle parti contraenti ha la facoltà di sospendere l'esecuzione dei propri obblighi contrattuali, se la loro esecuzione è resa impossibile o eccessivamente difficoltosa per cause di forza maggiore, ad esempio per alluvione, embargo, etc.

    2.12. Il rapporto contrattuale tra il Venditore e l'Acquirente può terminare in particolare adempiendo agli obblighi delle parti contraenti, mediante un accordo scritto o con un recesso in forma scritta in presenza di una violazione sostanziale del contratto. Per violazione sostanziale del contratto si intende un ritardo, superiore ad un mese, da parte dell'Acquirente nel pagamento del prezzo di acquisto, nonché il ritardo, sempre superiore ad un mese dal termine concordato per la consegna della merce, da parte del Venditore.

    2.13. Nell'avviso scritto di recesso, la parte recedente deve indicare il motivo del suo recesso dal contratto, allegando all'atto (azione) la documentazione comprovante la motivazione sostenuta.

    2.14. La parte ricevente l'avviso di recesso dal contratto deve esprimere tempestivamente il proprio assenso o dissenso alla motivazione del recesso riportata. Qualora la motivazione del recesso dal contratto non venisse accettata, la parte dovrà specificare quali sono, a suo avviso, le carenze nella formulazione della motivazione.

    2.15. Il recesso dal contratto non incide sul diritto al risarcimento dei danni o alla penalità contrattuale.

    2.16. La penalità contrattuale deve essere sottoposta alla parte contrattuale in forma scritta, con l'obbligo di recapito. Il documento deve riportare l'ammontare della penalità contrattuale nonché le relative motivazioni.

    2.17. Il pagamento della penalità contrattuale non incide sul diritto al rimborso dei danni collegati alla causa che ha portato all'addebito e riscossione della penalità contrattuale.

    3. Condizioni di pagamento

    3.1. Il documento fiscale (di seguito solo “fattura”) è la base per il pagamento da parte dell'Acquirente. Salvo accordi diversi, la fattura diventa di norma esigibile dopo 14 giorni dalla sua emissione. La fattura per l'importo concordato potrà essere emessa dal momento della consegna della merce.

    3.2. Contestualmente la consegna della merce è ritenuta come una transazione imponibile ai sensi della legge sull'IVA. Oltre ai requisiti del documento fiscale previsti dalla legge sull'IVA, la fattura emessa deve contenere l'identificazione del contratto in base al quale è avvenuta la transazione, il documento comprovante la transazione imponibile, il numero di fattura, il termine di pagamento e l'importo dell'eventuale acconto versato con il codice della fattura proforma. La fattura deve riportare il timbro del Venditore, nonché la firma della persona autorizzata alla sua emissione.

    3.3. Nelle singole transazioni imponibili, il Venditore che funge da sostituto d'imposta per l'IVA, deve sempre aggiungere l'importo dell'IVA al prezzo fatturato della merce, nell'aliquota vigente al momento in cui è avvenuta la transazione.

    3.4. Se la fattura presenta dati errati o assenza di dati, l'Acquirente è tenuto a restituirla al Venditore prima che la stessa diventi esigibile. In tal caso il Venditore dovrà emettere una nuova fattura con un nuovo termine di scadenza.

    3.5. La fattura del Venditore deve essere saldata mediante un bonifico bancario sul conto n. KB 417 945 691/0100 del Venditore. KB 417 945 691/0100. Con il pagamento del prezzo di acquisto si intende il pagamento da parte dell'Acquirente accreditato sul conto dell'Azienda.

    3.6. Se l'Acquirente salda la fattura dopo la sua scadenza, il Venditore avrà il diritto di pretendere il versamento dell'interesse legale di mora, nonché la penalità contrattuale.

    4. Reclami

    I reclami relativi ai beni del Venditore sono disciplinati dalla procedura di reclamo vigente, la quale è parte integrante di questi Termini e Condizioni generali.